LIVE THE WORLD



VIAGGIA, SCOPRI NUOVE CULTURE
E VIVI NUOVE EMOZIONI

surfboard-691605_1280

Divertimento, natura, relax e acqua. Tanta acqua. Vieni a scoprire le 8 migliori località in Europa per gli sport acquatici.

Fuerteventura, è un’isola appartenente all’Arcipelago delle Canarie (Oceano Atlantico) ed è situata a soli 100 km di distanza dal continente africano, essendo così la più vicina ad esso. Fuerteventura è conosciuta come “L’Isola Tranquilla”, offrendo condizioni uniche per la pratica di sport acquatici. Acque trasparenti, spiagge vergini e desertiche, e il suo clima moderato attraggono ogni anno sempre più turismo, in particolare per quanto riguarda gli appassionati di sport acquatici. Due sport brillano di luce propria a Fuerteventura: il windsurf e le immersioni. Questa costa è conosciuta dai surfisti di tutto il mondo per i suoi venti e le onde, e l’isola si è consolidata all’interno del circuito della Coppa del Mondo con spiagge come quella di Sotavento. Le acque cristalline poi fanno di Fuerteventura il luogo perfetto per dedicarsi alle immersioni, senza necessità di raggiungere grandi profondità perché è possibile vedere i pesci più variopinti praticamente in riva al mare. Questa isola è anche molto conosciuta per il SURF grazie alla qualità e la costanza delle onde, al clima e la temperatura dell’acqua. Ottimo spot di transizione prima di affrontare i potenti reef dell’Indonesia o delle Hawaii.

Capo Mannu, piccola perla posta nella costa ovest della Sardegna, in provincia di Oristano, perfetta, grazie alla sua posizione che la espone a tutti i venti dei quadranti occidentali e soprattutto al maestrale, per chi pratica surf, windsurf e kite. A seconda di come surfing-1208255_1920tira il vento si possono sollevare onde di alcuni metri di altezza e ciò ha fatto in modo che questo piccolo tratto di costa diventasse una delle mete più amate dai surfisti di tutto il continente europeo. Da alcuni anni ospita con cadenza annuale il Capo del Capo, una competizione di Surf rinomata a livello nazionale.

Mundaka, è un comune spagnolo di 1.853 abitanti situato nella comunità autonoma dei Paesi Baschi. Oggi l’antico e il moderno si abbracciano nel centro città: il cuore è rappresentato dal moderno porto, intriso di atmosfere affascinanti, brulicante di pescatori e turisti e gremito di imbarcazioni. Ma è la spiaggia ad attirare l’attenzione dei visitatori, e ad avere ottenuto negli anni importanti riconoscimenti internazionali, come quello di patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, sino a diventare famosa come la tappa dei Campionati Mondiali di Surf. La conformazione del Golfo di Biscaglia, cosi avvolgente, fa si che le onde si gonfino con impeto prima di schiantarsi sul litorale, disegnando onde tumultuose, mulinelli, vortici d’acqua che sembrano sculture. A giustificare tale passione c’è la magnifica onda sinistra, che si forma in corrispondenza della foce dell’insenatura di Urdaibai, lunga oltre 400 metri e decisamente irresistibile per i più temerari. E’ l’onda più famosa e apprezzata d’Europa, capace di innalzarsi fino a 4 metri e creare un tunnel d’acqua quasi perfetto, come se fosse stato disegnato. E’ considerata l’onda sinistra più lunga d’Europa, ricercatissima perché le onde wave-984122_1920sinistre offrono, sembra, sensazioni più forti ai surfisti!

Soorts-Hossegor, conosciuta anche fuori dalla Francia, è una delle località turistiche e balneari più accattivanti del dipartimento delle Landes, regione dell’Aquitania, la regione francese situata nella parte meridionale del Paese, al confine con la Spagna, affacciata sull’Oceano Atlantico. Il centro, che dal punto di vista geografico si tuffa nel Golfo di Biscaglia, è famoso soprattutto per essere diventato la “capitale del Surf d’Europa”: non c’è bisogno di andare alla Hawaii o negli spots dell’Australia poichè Hossegor è considerata dai surfisti esperti il luogo ideale dove surfare nel Vecchio Continente. Non a caso campioni del calibro di Kelly Slater si sono cimentati con le onde che si infrangono lungo la costa di Hossegor, amata anche dai tantissimi turisti e curioso che vengono da ogni parte d’Europa per ammirare le spettacolari evoluzioni di giovani ragazzi e ragazze. Il motivo del successo della località francese come meta per surfare è dovuto ad una particolare condizione geografica: poco al largo si trova un vero canyon sottomarino piuttosto profondo che taglia il Golfo di Biscaglia e punta direttamente ad Hossegor; si tratta della “Fosse de Capbreton” che favorisce la creazione di alte onde che spesso si formano piuttosto vicino alla riva. Anche il clima gioca un ruolo molto importante: questa parte costiera della Francia infatti gode di temperature mite per almeno 4 mesi l’anno favorendo così la pratica degli sport acquatici.

Peniche, le sue spiaggie contribuiscono a mantenere il Portogallo il leader indiscusso del SURF europeo. La colonna portante delle spiagge di questa zona è probabilmente quella di Supertubos, le cui onde potentissime sono celebri a livello mondiale; la spiaggia è stata nominata “The European Pipeline” dagli stessi surfisti. Questo piccolo e sconosciuto paesino di pescatori, è surf-900296_1920diventato celebre grazie alle competizioni organizzate dall’ASP (Associazione di Surfisti Professionisti) World Tour che attira visitatori provenienti da tutto il mondo, curiosi di vedere dal vivo le onde impressionanti offerte da Peniche.

Lago di Como, la varietà del territorio del Lago di Como, dall’acqua alle montagne, dalla città alle dolci colline della Brianza, dai luoghi selvaggi e incontaminati delle misteriose valli, permette agli sportivi di ogni età di praticare lo sport preferito, ma anche di sperimentare nuove tecniche e provare nuove emozioni in una ‘location’ unica al mondo. La stagione estiva è il paradiso per chi ama gli sport d’acqua. Si possono trascorrere intere giornate passando dalla vela al canottaggio, dal windsurf alla motonautica, dallo sci nautico alla canoa oppure al kite-surfing.

Tarifa, questa piccola città di pescatori, in Andalusia, si trova nel punto più a sud della Penisola Iberica e divide la Costa del Sol dalla Costa de la Luz. Separata dallo stretto di Gibilterra, Tarifa è situata a soli 14 km. dal continente africano tanto che da questo punto, si vedono molto bene le cime delle montagne della Sierra del Rif in Marocco. Tarifa è la capitale del vento d’Europa. Da vari anni Tarifa attrae gli appassionati di windsurf, grazie alle condizioni insuperabili e all’atmosfera speciale che si trova solo a Tariffa. Negli anni 80, i windsurfisti furono i primi a scoprire Tarifa come paradiso per la loro passione. Per questo motivo, Tarifa deve molto la sua popolarità come centro turistico al windsurf. Si sono già svolti qui vari eventi della Coppa del mondo, tra le altre la Coppa del Mondo di velocità della PBA di windsurf. Negli gli ultimi anni anche il Kite-surf a Tarifa  è diventato un sport popolare. D’estate il cielo in molti giorni è pieno di centinaia di paracadute mentre chi preferisce avere il cielo tutto per sé sceglie la bassa stagione. L’estensione della spiaggia di circa 10 km, assicura uno spazio per tutti e soprattutto nella spiaggia urbana di Los Lances, è facile decollare ed atterrare in quanto in questo punto la spiaggia è molto lunga e offre così condizioni perfette anche per i principianti.

Noce, è un fiume che scorre interamente in Provincia Autonoma di Trento. Nasce a 3360 m sul Corno dei Tre Signori, all’interno del Parco nazionale dello Stelvio. Da qualche anno questo fiume viene considerato uno dei migliori corsi d’ acqua per la pratica di sport fluviali, ideale per fare rafting, kayak, canoa e hydrospeed.  Il suo percorso viene generalmente suddiviso dai discesisti in tre rafting-1125213_1920tratte con diversi gradi di difficoltà. National Geographic ha inserito il Fiume Noce in Val di Sole tra I 10 migliori posti nel mondo per fare rafting.

Vieni a prenotare la tua vacanza all’insegna del divertimento in agenzia!

Ci trovi in C.so Mazzini 23/A Faenza (RA), dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13 e pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30, e il sabato dalle 9.00 alle 12.oo.